Aleria sorge nella parte nord-orientale dell’isola, a metà strada tra gli altri due celebri centri di Bastia e Porto Vecchio.

Le ampie spiagge, le limpide acque del Mediterraneo e le dolci colline fanno da sfondo ad un borgo tutto da scoprire, ammirandone tutte le bellezze architettoniche.

Ad Aleria si potranno visitare la Chiesa di San Marcello, il Museo di Jerome Carcopino,dedicato all’uomo che si batté per la ripresa degli scavi archeologici nel territorio, ed ospitato all’interno dei locali di un Forte risalente alla seconda metà del XVI secolo.

Non perdete gli scavi, con l’opportunità di visitare la necropoli e gli altri ruderi di epoca antica che si trovano sul territorio.

Sotto la dominazione della popolazione dei greci, la città aveva il nome di Alalia, il territorio divenne poi un possedimento dell’imperatore Ciro il Grande, nel corso dei secoli successivi la città fu un importante dominio degli etruschi e dei cartaginesi, subendo poi il controllo dei romani dopo la Prima Guerra Punica.

Nel corso del Medioevo Aleria divenne un importante dominio della Repubblica di Genova e solo successivamente divenne parte del regno francese.