Filitosa è uno dei siti archeologici di maggiore importanza della Corsica, con oltre 8000 anni di storia si trova nei territori più interni dell’isola, potrete ammirare statue e menhir, che raccontano una sua valenza sacra oltreché storica.

La scoperta di questo sito archeologico nel cuore della Corsica avvenne per merito di Charle-Antoine Cesari che, nel 1948, individuò nella sua proprietà queste rocce e le rovine di un’antica città, oggi sono state riportate alla luce numerose rovine di menhir, di grande rilevanza archeologica e storica.

Accertamenti fatti sui ruderi ritrovati sul territorio hanno testimoniato come l’area fosse abitata già nel periodo del neolitico e numerose sono le costruzioni, dei secoli successivi, che sono state aggiunte per mano di altri popoli, come ad esempio le Torri ed un grande villaggio, dei quali oggi rimangono ruderi di grande rilevanza per la ricostruzione storica del sito.

A Filitosa, in questo luogo antichissimo, sarà inoltre possibile visitare un Museo, si tratta di una piccola esposizione che custodisce ruderi, reperti ed oggetti rinvenuti dagli scavi sul sito archeologico, che descrivono e ricostruiscono la storia del territorio.