Santa Giulia è una figura cui la popolazione còrsa è devota, secondo la leggenda Giulia era una giovane schiava che, condotta in Corsica, con lo scopo di raggiungere Cartagine, dove sarebbe stata venduta, si rifiutò di imbarcarsi e dovette subire la violenza dei suoi schiavisti, che la picchiarono, la crocifissero e, dopo averne mutilato i seni li gettarono su una roccia, dalla quale, per miracolo sgorgarono due sorgenti di acqua, sulle quale fu poi edificata una Chiesa dedicata alla Martire.

La Spiaggia di Santa Giulia è una delle più famose della Corsica, un angolo di paradiso apprezzato dai turisti che ogni anno la raggiungono per ammirare la bellezza dei panorami e della natura, la spiaggia si colloca a metà strada tra Porto Vecchio e Bonifacio, rendendosi particolarmente simile, per le sue caratteristiche ambientali, ad una laguna esotica, particolarità che le fa guadagnare fama e notorietà.

La spiaggia si presenta come una sorta di golfo di insenatura, conacque cristalline che variano dall’azzurro al turchese, dalle acque del mare sorgono rocce e scogli in un ambiente di grande suggestione e bellezza naturale.