Macinaggio sorge nella parte più settentrionale della Corsica, ed è una delle principali mete turistiche sul Mediterraneo.

Le spiagge sono meravigliose distese di sabbia bianca e coste rocciose frastagliate, tra le quali si nascondono cale e baie.

Il paese custodisce invece alcuni interessanti esempi di architettura, tra i quali possiamo citare la Torre, struttura circolare dotata all’interno di alcune cisterne, di una terrazza e di una guardiola, della sua originaria costruzione oggi resta solo una sezione verticale, dopo i violenti bombardamenti francesi, si potranno poi osservare anche la Torre Mortella e la Torre di Sainte Marie.

Le torri risalgono al XVI secolo, nel periodo della dominazione genovese, la Costa nord-orientale della Corsica infatti, in quegli anni dovette subire numerosi attacchi ed incursioni da parte di pirati e saraceni, la costruzione di torri di avvistamento divenne quindi una delle principali linee di difesa per i dominatori della cittadina italiana.

Oggi Macinaggio si costituisce come uno dei porti turistici più importanti della Corsica, ed anche nei secoli più antichi il suo porto aveva una rilevanza strategica, essendo considerato uno degli scali più sicuri dell’isola.

Le origini del paese sono antichissime e già sotto la dominazione romana grazie al suo porto, Macinaggio poteva vantare un ruolo di prestigio, il paese nel corso dei secoli fece da scenario a numerose lotte e guerre, e la costruzione di un porto vero e proprio risale ai primi anni del 1600, per mano genovese.